News

Tassa Ordine a carico dell’Azienda

ATTENZIONE – Tassa Ordine a carico dell’Azienda 
Dopo la causa vinta da NURSIND a Pordenone, dove il giudice ha sentenziato che la tassa di iscrizione all’ordine deve pagarla l’azienda, tanti sindacati si sono scatenati (facendo propria una vittoria di Nursind) facendo fare richieste (vane) di risarcimento alle aziende.
Per non lasciarsi ingannare da false promesse, di seguito alcuni chiarimenti:
1 – nessuna azienda renderà un centesimo se non la obbligherà un giudice;
2 – perché un giudice la obblighi, bisogna fare causa (e vincerla);
3 – ad oggi, Nursind (oltre a Pordenone) ha fatto causa ad Alessandria (causa persa), ricorso in appello a Torino (ricorso respinto) e adesso siamo in cassazione e  vedremo come si esprimerà;
4 – la sentenza di Pordenone è positiva, ma è un primo grado, e verrà appellata dall’Azienda;
5 – non è detto che in appello la sentenza sia confermata. Se non lo fosse, eventuali risarcimenti sarebbero richiesti indietro ai lavoratori;
6 – Pordenone è sicuramente un bel primo passo, ma appunto un primo passo che non consiglia di andare in causa perché i giudici non sono tutti uguali;
7 – la richiesta di interruzione della prescrizione del diritto al risarcimento, può essere fatta, ma in realtà non c’è nessuna fretta di farla;
8 – come ci insegnano le tante cause vinte da Nursind sul cambio divisa, per andare in causa con ottime probabilità di vincere è meglio che ci sia almeno un pronunciamento positivo della Cassazione (che ad oggi per la tassa OPI per gli infermieri non c’è);
9 – deve essere chiaro a tutti che è il lavoratore che deve far causa all’azienda, perché il diritto è del lavoratore e non del sindacato. Certo Nursind metterà (se dovremo fare quel percorso) a disposizione degli iscritti gli avvocati;
10 – STIANO TRANQUILLI I COLLEGHI ISCRITTI A NURSIND CHE QUANDO SARÀ IL MOMENTO LA SEGRETERIA DI VICENZA LI INFORMERÀ DEI PASSI DA FARE PER INIZIARE IL PERCORSO DI RICHIESTA DEL RISARCIMENTO.

Un autunno ricco di corsi ECM

Nell’ottica di programmazione a lungo termine e di maturazione degli ECM la segreteria NurSind di Vicenza propone per l’autunno 2019 tre corsi:

  • Il 16 settembre 2019 presso l’Aula Gresele, nel polo didattico dell’Ospedale di Vicenza, ci sarà il Dott. Giusppe Pozzi che ci permetterà di approfondire, in modo critico, le tematiche dell’assicurazione professionale e della tutela legale, declinandole sulla casistica professionale. I partecipanti ammessi sono 100, il corso si svolge dalle ore 8:30 alle ore 14:00 e i crediti assegnati sono pari a 6,5. https://www.pegasolavoro.eu/it/corso-dettaglio?id=1060&tipo=ecm
  • Il 17 e 18 ottobre 2019 sempre presso l’Aula Gresele, nel polo didattico dell’Ospedale di Vicenza, si svolgerà il corso “Pronto soccorso Pediatrico: assistenza infermieristica in urgenza ed emergenza” svolto dalla Dott.ssa Patrizia Gamba, un corso ideale sia per gli infermieri che prestano servizio nei pronto soccorso pediatrici e nelle aree pediatriche, ma anche, più in generale, per tutti coloro che giornalmente sono in contatto con i bambini. I partecipanti ammessi sono 100, il corso si svolge in due giorni ed i crediti assegnati sono 18. https://www.pegasolavoro.eu/it/corso-dettaglio?id=1061&tipo=ecm
  • Il 25 novembre 2019 invece ci sposteremo a Bassano del Grappa, nella sala al -1 dell’ospedale S. Bassiano, dove il nostro relatore sarà il Dott. Roberto Biancat con il corso “da comparsa a protagonista”, i partecipanti ammessi sono 100, i crediti assegnati 8 per una giornata di corso (8:30-18:00). https://www.pegasolavoro.eu/it/corso-dettaglio?id=1058&tipo=ECM

Per qualunque dei suddetti corsi è necessario iscriversi on line sul sito di Pegaso Lavoro (www.pegasolavoro.eu).

1 marzo 2019 City of Angels

Un evento da segnare in agenda: venerdì 01/03/2019 alle ore 11 presso il Polo Didattico Universitario di Vicenza in contrà San Bortolo, 85 dove il Dott. Biancat (infermiere) interverrà sul tema “le persone oltre le cose” alle ore 12:00 seguirà l’inaugurazione della mostra fotografica “City of Angels”.
Vi invitiamo alla partecipazione!

Nursind anche nel 2019 in prima linea con gli infermieri

In questi giorni ricchi di attività Nursind è sempre in prima linea per gli infermieri.

Ecco l’allarme lanciato dal sindacato ai microfoni del TGR VENETO del 02/01/2019

credit video: www.rainews.it/tgr/veneto/

Anche altovicentinonline.it pubblica un interessante articolo in merito alla denuncia di pericolo di incendi all’ospedale di Santorso. Lo potete leggere qui: altovicentinonline.it: Ulss 7. Infermieri denunciano: “Pericolo incendi all’ospedale di Santorso”

Ulteriori articoli sono stati pubblicati anche sulle edizioni cartacee di “Il giornale di Vicenza” che titola “Ospedali, mancano cento infermieri” e nel “Corriere del Veneto – Vicenza” con titolo “«Mancano 200 infermieri, Chirurgie in affanno» Il Nursind va dal prefetto”

Libera professione sale operatorie PEDEMONTANA: un grande risultato

A partire dall’anno 2017 Nursind, e sottolineo solo Nursind, ha intrapreso una trattativa diretta con l’amministrazione per la revisione del regolamento sul supporto alla libera professione.

In data 03/05/2017 a seguito di assemblea sindacale si è ritenuto chiedere la modifica del regolamento e degli importi previsti. Tutto ciò è riscontrabile con la nota n. 0037810E 03/05/2017 (allegato 1).

A seguito poi di colloqui intercorsi con la direzione generale si è avuta la risposta dal Dott. Francesco Favretti con nota 0055566U 27/06/2017 (allegato 2) della possibilità di revisione del regolamento.

Da quel momento in poi sono intercorsi vari colloqui con la direzione fino all’assemblea di quest’anno, sempre con i lavoratori del gruppo operatorio di bassano a seguito di cui si è provveduto a riprendere l’iniziativa per arrivare ad un risultato concreto. A seguito di questo nelle settimane successive si è giunti concretamente ad un regolamento, ma soprattutto alla ridefinizione degli importi che saranno così suddivisi:

 

Per ogni singolo intervento (NON per seduta operatoria):

fino alla 1a ora (indipendentemente dai minuti): € 100,00

per la 2a ora (proporzionali sugli effettivi minuti): € 100,00

dalla 3a ora in poi (proporzionali sugli effettivi minuti): € 50,00

(Alcuni esempi per un intervento: di 30 minuti à € 100,00, di 1 ora e 30 minuti à € 150,00, di 2 ore à € 200,00, di 3 ore à € 250,00, di 4 ore à € 300,00).

 

Questo risultato è stato possibile solo per la determinazione e concretezza dei delegati sindacali Nursind che con autorevolezza hanno portato a casa un risultato che va oltre le più rosee aspettative dei lavoratori.

Qui il testo completo: REGOLAMENTO

ALLEGATO 1:

ALLEGATO 2: