Campagna fiscale 2016

Gentile iscritto,
anche quest’anno per l’assistenza fiscale abbiamo deciso di dare una duplice
possibilità avendo sottoscritto due convenzioni con due enti già noti a Voi: il CAF CIA e il CAF ANMIL.

 

CAF CIA – I termini della convenzione:

- Il compenso a carico dell’iscritto, che intenda avvalersi dell’assistenza nella compilazione del Mod.730 è di € 20,00

- Per i Mod.730 congiunti, il compenso è di € 35,00

- Il compenso a carico del familiare dell’iscritto che intenda avvalersi dell’assistenza nella compilazione del Mod.730, è di € 33,00.

N.B-La documentazione deve essere consegnata in fotocopia perché dovrà rimanere allegata alla copia del 730.

- Gli iscritti dovranno recarsi presso uno dei recapiti o degli uffici della Società di
Servizi negli orari di apertura al pubblico (previo appuntamento telefonico, ove
richiesto) e dietro presentazione di un apposito documento che attesti l’iscrizione al
sindacato.

- La Cia Sia Srl è a disposizione gratuitamente per le pratiche di raccolta
elaborazione e trasmissione telematica RED – DETRAZIONI e ISEE.

 

CAF ANMIL – I termini della convenzione:

- Modello 730 singolo con assistenza 10,00 euro

- Modello 730 congiunto con coniuge con assistenza 20,00 euro

- Modello 730 correttamente precompilato con documentazione 10,00 euro

- Tases immobili  € 10,00 (acconto+saldo) –per ogni comune aggiuntivo 5,00 euro

- Modello ISEE, ISEEU e RED gratuito.

- Gli iscritti dovranno recarsi, previo appuntamento telefonio, alla sezione ANMIL di Vicenza.

 

Contrà Valmerlara, 14  -  36100, Vicenza

Tel: 0444-546620  Fax:0444-40503

e-mail: vicenza@anmil.it

 

PER ULTERIORI INFORMAZIONI SCARICARE:

 

CAF CIA: INFORMAZIONI (234)

 

CAF CIA: DOCUMENTI NECESSARI (221)

 

CAF CIA: ORARI E SEDI (301)

 

 

Mancato rinnovo contratto: Nursind ricorre al CEDU.

Il Nursind è parte dell’iniziativa CGS (Confederazione Generale Sindacale) e si fa promotore in sanità del ricorso presso la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo (CEDU) per il mancato rinnovo del contratto del pubblico impiego.

 

Nursind, sindacato rappresentativo del comparto sanità, in qualità di federazione della CGS (224), è promotore dell’iniziativa che, attraverso il ricorso vinto presso la Corte Costituzionale dalla FLP (Federazione Lavoratori Pubblici) e FGU (Federazione Gilda Unams) – entrambe federazioni della CGS -, mira a ottenere la condanna del Governo a risarcire i ricorrenti per il mancato rinnovo dei contratti dal 2010 al 2015 e la mancata riapertura dei tavoli contrattuali con adeguate risorse proprio a partire la mese di luglio 2015 come previsto dalla stessa sentenza della Corte Costituzionale. Ricordiamo che la Legge di stabilità 2016 stanzia la cifra irrisoria di 5 euro lordi mensili!

Un indennizzo monetario che si stima essere superiore ai 5.000 euro (193) per i dipendenti del comparto e ben più alto per l’area dirigenziale. Un ricorso che prevediamo possa avere il suo esito entro due anni e che è direttamente esecutivo chiamando in causa direttamente il governo a risarcire quei lavoratori che faranno ricorso attraverso questa iniziativa.

Una iniziativa che assume un duplice valore sindacale:

·      La difesa dei diritti dei lavoratori pubblici contrattualizzati ad avere un rinnovo del contratto e un adeguamento salariale in linea con gli indici stabiliti dalle parti;

·      La difesa del valore del sindacato quale organo di rappresentanza di un gruppo organizzato di lavoratori, valore di rango costituzionale riconosciuto proprio nella sentenza della Corte Costituzionale n. 178/2015 che è alla base del ricorso che presenteremo alla CEDU.

La dignità dei lavoratori pubblici richiede oggi più che mai una tutela sindacale determinata e le federazioni costituenti la CGS, con questa iniziativa, dimostrano di voler rendere concreta questa tutela attraverso tutte le strade che le relazioni sindacali e il diritto le consentono.

Purtroppo la situazione economica dei conti pubblici e il contesto internazionale non lascia ben sperare sulla volontà del Governo di aggiungere adeguate risorse economiche nella prossima legge di stabilità per il rinnovo dei contratti del pubblico impiego. Procediamo quindi verso una esigibilità dei diritti anche oltre la Corte Costituzionale costringendo il Governo a pagare direttamente ai lavoratori il danno derivante dal mancato rinnovo dei contratti.

A giorni sarà disponibile tutto il materiale necessario per procedere singolarmente al ricorso e saranno spiegate le modalità di adesione che sarà aperta a tutti i lavoratori del pubblico impiego.

La macchina organizzativa si è già messa in moto in quanto i ricorsi dovranno essere depositati presso la Corte dei Diritti dell’Uomo entro i limite massimo di sei mesi.

In un apposito sito saranno inoltre disponibili tutte le informazioni e la documentazione necessaria. Sull’esito positivo della vertenza siamo particolarmente fiduciosi anche perché confortati da un pool di avvocati veramente di alto livello e particolarmente esperti in questo ambito.

Con oggi inizia la campagna di diffusione dell’iniziativa a cui si pensa aderiranno più di 100.000 lavoratori.

 

 

Il Segretario Nazionale NurSind

Dr. Andrea Bottega

Rassegna Stampa

 

Da “Il Giornale di Vicenza”: proposta NurSind per la Sanità Veneta.

Link: GD7

Bando di Concorso Ulss 4 Alto Vicentino

 

AZIENDA UNITA’ LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 4 «ALTO VICENTINO»

Concorso (Scad. 7 luglio 2014)

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di cinque posti di collaboratore professionale sanitario – personale infermieristico (infermiere) – categoria D.

In esecuzione della deliberazione del Direttore Generale  n.  406 di reg. in data 17 aprile 2014  e’  indetto  Concorso  Pubblico,  per titoli ed esami, per l’assunzione  a  tempo  indeterminato  di  n.  5 Collaboratori  Professionali  Sanitari -  Personale   Infermieristico (Infermiere) – categoria «D» (Bando n. 24/2014).
Il termine di  presentazione  delle  domande,  redatte  su  carta semplice e corredate dei documenti prescritti, scade  il  30°  giorno successivo alla data  di  pubblicazione  del  presente  avviso  nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica.
Il testo integrale del bando, con l’indicazione dei  requisiti  e delle modalita’ di partecipazione al  concorso  e’  stato  pubblicato integralmente sul Bollettino Ufficiale della Regione Veneto n. 51 del 16   maggio   2014   e   sara’   inoltre   disponibile    sul    sito: www.ulss4.veneto.it/concorsi_e_selezione_del_personale.

Per  informazioni  rivolgersi   all’U.O.C.   Servizio   Personale
dell’Azienda U.L.SS. n. 4 «Alto Vicentino» – Via Rasa n.  9  -  36016
Thiene (VI) – telefono 0445/389224-389429.

Atti convegno PRENDERSI CURA DI SE’

 

Nuove competenze per vivere e lavorare:PRENDERSI CURA DI SE’
Elena Bonamini
Vicenza, 22 febbraio 2014 – Montecchio M., 10 maggio 2014

Per le slides del corso vai al link sottostante:

Campagna fiscale 2014

 

Gentile iscritto,
quest’anno per l’assistenza fiscale abbiamo deciso di dare una duplice possibilità avendo sottoscritto due convenzioni con due enti già noti a Voi: l’AMNIL e il CAF CIA.

Per l’AMNIL bisogna prendere appuntamento presso la sede di Vicenza in Via Merlara, 14 e lì recarsi.

termini della convenzione:
- Modello 730 singolo con assistenza 7.00 euro
- Modello 730 congiunto con coniuge con assistenza 12,00 euro
- Modello 730 correttamente precompilato con documentazione GRATUITO
- Calcolo e stampa bollettini IMU/IUC € 5,00 per immobili in due comuni –
aggiuntiva € 5,00 a comune.
- Modello ISEE, ISEEU e RED gratuito.

La sezione di Vicenza ha sede in Via Valmerlara, 14 – 36100 Vicenza Tel: 0444-546620 e-mail:
vicenza@anmil.it orario apertura: lunedì – sabato 9:30/13.00 – 14:00 alle 17:00

Per la CIA ci sono le sedi periferiche e il ritiro presso gli ospedali nel documento allegato.

termini della convenzione:

1. Gli iscritti del Nursind esteso a richiesta anche ai loro familiari conviventi.                                                                                     2. Il compenso a carico dell’iscritto che intenda avvalersi dell’assistenza nella compilazione del Mod.730, è di € 15,00; per i Mod.730 congiunti, il compenso è di € 30,00. Il compenso a carico del familiare dell’iscritto che intenda avvalersi dell’assistenza nella compilazione del Mod.730, è di € 28,00. Per ulteriori prestazioni saranno applicate le tariffe regolarmente esposte presso le sedi della Società di Servizi. Le sedi e gli orari di raccolta sono indicate nell’allegato documento.                                                                                                                                                                                              3. Gli iscritti dovranno recarsi presso uno dei recapiti o degli uffici della Società di Servizi negli orari di apertura al pubblico (previo appuntamento telefonico, ove richiesto) e dietro presentazione di un apposito documento che attesti l’iscrizione al sindacato.                                                                                                                                                                                                                            4. Per la raccolta e trasmissione modello 730 precompilato l’assistenza è gratuita.                                                                             5. La Cia Sia Srl è a disposizione gratuitamente per le pratiche di raccolta elaborazione e trasmissione telematica RED – DETRAZIONI e ISEE.

ALLEGATI                                                                                                                                                                                                                             – Campagna fiscale LocandinaI documenti necessariUffici e recapiti CAF CIAPrevisione date raccolta in ospedale.

Bando di concorso Ulss 6 Vicenza

 

Scarica allegato

Comunicato Stampa

 

Ulss 6: il dg Angonese annuncia utili per un milione di euro, ma scorda di pagare i dipendenti

Il segretario Andrea Gregori: “mancano all’appello 2,5milioni di euro per oltre 160mila ore di straordinari. Dobbiamo considerarlo un dono all’Azienda?”

Nei giorni scorsi il direttore generale dell’Ulss 6 Vicenza annuncia utili di bilancio per un milione di euro, ma nel computo non sembrano essere stati considerati i debiti, che ammontano ad oltre 2,5milioni di euro, nei confronti dei lavoratori. “Le dichiarazioni del dg Ermanno Angonese hanno gettato nello sconforto il personale che lavora nelle corsie del San Bortolo, coloro che non hanno alternativa all’effettuazione degli straordinari e non possono recuperare le ore in più fatte nel corso dell’anno – spiega il segretario provinciale del Nursind di Vicenza, Andrea Gregori – ed è stato grande lo stupore e sarcasmo con cui il persona ha accolto tali informazioni”. Le ragioni del Nursind sono chiare ed inequivocabili: al di la delle 70mila ore di straordinari che saranno pagate nei prossimi tre mesi, per corrispondenti 1,2milioni di euro, ce ne sono altre 160mila, per 2,5milioni di euro, in attesa di liquidazione e sulle quali nessuno si è ancora espresso. “Il dg Ermanno Angonese ha dichiarato un milione di utile – prosegue il segretario Andrea Gregori – ma probabilmente non è stato informato, da chi ha redatto il bilancio e contestualmente si occupa delle relazioni con il personale e con le organizzazioni sindacali, che i lavoratori dell’Ulss 6 Vicenza avanzano ancora 160mila ore di straordinari, che vanno ad aggiungersi alle 70mila di cui è già stato pianificato il pagamento, per complessivi 2,5milioni di euro. Di fronte a queste cifre i lavoratori si pongono due domande: si tratta di un debito che verrà saldato, oppure la Direzione strategica ritiene che le 160mila ore di straordinario siano un prestito a fondo perduto dei dipendenti all’Azienda?”. Il Nursind ricorda, inoltre, che se è giusto pagare in tempi brevi i prestatori d’opera esterni, allo stesso modo si dovrebbero pagare i propri dipendenti. “Quanto sta accadendo, comunque non ci sorprende particolarmente – aggiunge il segretario Andrea Gregori – dato il livello della gestione delle risorse umane di questa Ulss. Il lavoro di oltre un anno di gestione, ha portato ad una frattura profonda tra personale amministrativo e lavoratori delle corsie, a causa dell’inadeguatezza ed insensibilità nei confronti delle diverse anime che operano nella struttura ospedaliera. Da molto tempo non si assisteva ad una gestione così superficiale dei rapporti con il personale”. In conclusioni il Nursind rammenta al dg Ermanno Angonese che “i lavoratori, più che essere ringraziati per il proprio lavoro quotidianamente svolto con passione e dedizione, vorrebbero avere la sicurezza di poter essere valorizzati e, soprattutto, pagati”.

-Andrea Gregori

Ulss 6: Comunicato Sindacale

REFERENDUM PER L’IPOTESI DI ACCORDO RAR

Cari colleghi, in questi ultimi giorni quasi tutte le organizzazioni sindacali sembrano disposte a firmare l’accordo sotto forma di estorsione proposto dall’amministrazione.

Alcune disinteressate al ricatto, altre interessate a chiudere per soddisfare le esigenze di pochi lavoratori .

Resta il fatto che il ricatto riguarda in maggioranza il lavoro svolto dagli infermieri e operatori nelle corsie dell’ospedale, lavoro straordinario imposto da ordini di servizio e attraverso la programmazione, non certo prestato per accumulare un po’ di ore che non si sa mai… in futuro possano servire!

Ricatto, che sulle maggiorazioni, riguarda solo il personale turnista sulle 24ore e che poco interessa naturalmente ai quei sindacati che dicono di rappresentare tutti.

La nostra sigla sindacale, ritiene, che una tale proposta di accordo, per modalità e contenuti debba essere sottoposta a REFERENDUM DI TUTTI I LAVORATORI DELL’AZIENDA

Consideriamo indispensabile il mandato vincolante dei lavoratori che può essere espresso unicamente con la forma referendaria prevista dalla normativa in tema di diritto del lavoro e sindacale.

NURSIND, non teme il confronto diretto ed il giudizio dei lavoratori su questa ipotesi di accordo, pensa di avere argomenti convincenti e oggettivi per una sonora quanto meritata bocciatura di questo vile tentativo di estorsione.

Per noi rimane l’unica strada percorribile quando un’azienda miope ed arrogante pensa di poter far sottoscrivere ai sindacati una simile ipotesi di accordo.

I rappresentanti RSU Nursind ulss 6

Rassegna stampa

 

Ai link sottostanti gli articoli comparsi sui quotidiani locali a seguito dell’intervista al segretario nazionale Andrea Bottega e al segretario provinciale Andrea Gregori.

https://docs.google.com/viewer?a=v&pid=explorer&srcid=0B9nGD4FKyqqCQTVWdjQxUERZRUE

https://docs.google.com/viewer?a=v&pid=explorer&srcid=0B9nGD4FKyqqCV005WXc2WUJ1b1E

https://docs.google.com/viewer?a=v&pid=explorer&srcid=0B9nGD4FKyqqCRzBzQ0lVZGstMkE

http://www.nuovavicenza.it/2014/01/ulss-6-nursind-bando-per-infermieri-bravo-angonese/

http://www.nuovavicenza.it/2014/01/relazioni-sindacali-nursind-provincia-promossa-vicenza-bocciata/