AULSS 7 Pedemontana: Riduzione attività come previsto dalla nota del 6.11.2020 del Direttore Generale ad interim dell’area sanità e sociale

Nella giornata odierna, martedì 10.11.2020, è stata inoltrata tramite pec al protocollo dell’AULSS 7 Pedemontana la richiesta di applicazione di quanto previsto nella nota del 6.11.2020 del Dott. Gianluigi Masullo in merito alle sospensioni delle attività non urgenti per il reperimento del personale da dedicare ai reparti COVID.


Pasti d’asporto per aiutare i ristoratori

“Il Giornale di Vicenza” di oggi, 3.11.2020, pubblica l’iniziativa di Nursind di supporto ai ristoratori, per contraccambiare le donazioni ricevute dai bar e ristoranti la scorsa primavera.

L’iniziativa nasce a livello nazionale per dare sostegno ad un settore commerciale in grande difficoltà, che nei mesi scorsi ci ha dimostrato tutta la sua solidarietà.

Vi chiediamo, per quanto possibile, di rendere concreta questa iniziativa.

Aulss 7 Pedemontana: Videoconferenza del 26.10.20 – Seconda ondata emergenza COVID

Care colleghe e colleghi,

il 26 ottobre u.s. si e svolta la prima videoconferenza con la Direzione sulla seconda ondata dell’emergenza covid19 che riguarda la riorganizzazione aziendale.

Nello specifico in una fase iniziale (fase 1) l’accoglimento dei pazienti covid avviene da parte di Santorso fino al raggiungimento di 70 pazienti (46 ricoveri ordinari 18 in semi intensiva e 7 in intensiva); al momento i numeri di Santorso sono di 50 posti ordinari 6 di semintensiva e 5 in intensiva. A Bassano al 10° piano sono 6 ordinari e 4 di semintensiva su un totale di 25 posti disponibili. Bassano che entra quindi con Santorso nella fase 2 a cui potrà seguire una attivazione anche a Bassano di posti letto in intensiva. Asiago covid free.

Reparti e dotazioni

A Bassano il piano emergenziale risulta particolareggiato con le dotazioni di personale sia medico infermieristico e ausiliario abbiamo chiesto anche per Santorso un piano con chiare specifiche sulla riorganizzazione alla quale faremo seguire le nostre osservazioni stante le segnalazioni dei colleghi dell’area medica A3. È stata chiesta inoltre una informativa per la pneumologia di Bassano.

Al fine di garantire le dotazioni di personale si provvederà sempre alla presenza in turno di personale infermieristico già competente, e in base all’andamento emergenziale si provvederà allo spostamento di infermieri ed oss già formati da altre unità operative e se necessario sostituiti da personale neoinserito con assunzione. Da luglio sono stati assunti 46 Infermieri: 21 sul distretto 1 e 25 sul distretto 2 e 30 OSS: 18 sul distretto 1 e 12 sul distretto 2. 3 Assistenti sanitarie, 10 infermieri in contratto co.co.co. e 3 tecnici di laboratorio. Altri 36 infermieri prenderanno servizio dal 1 al 15 novembre.

Dispositivi di protezione

Giornalmente avviene il monitoraggio dei dispositivi e si è provveduto a richiedere ad Azienda Zero un aumento dei fabbisogni. Azienda Zero sarà disponibile 7/7 h 24. Per il momento non viene segnalata alcuna criticità se non una temporanea scarsità di guanti misura m/s già in fase di rientro. La direzione in questo preciso frangente invita tutti i dipendenti in caso di scarsità di DPI di fare riferimento al proprio superiore gerarchico e ha ribadito la disponibilità del responsabile SPP dott. Scorfani ad intervenire sulle segnalazioni di eventuale carenza o di situazioni di rischio per i dipendenti.

Ferie

Qualora si rendesse necessario potrà essere temporaneamente sospesa la programmazione delle ferie per il mese di novembre 2020.

Infortunio

Sarà gestito come nella 1 fase dell’emergenza, con comunicazione diretta all’INAIL da parte dell’ufficio personale

Personale fragile e non idoneità

Per il personale esentato per inidoneità e personale fragile (età patologia malattie croniche, neoplastiche immunodeficenza e  limitazioni) è stato chiesto un chiarimento e un successivo colloquio con il direttore del personale per chiarire la posizione anche nelle funzioni del medico competente stante i precedenti del dcpm del 18 marzo 2020, e l’esperienza della 1 ondata che ha visto impegnati infermieri non idonei ed esposti a maggior rischio.

Punti tampone 

Indicazioni per l’esecuzione sono ogni 8 giorni nei raparti covid e emergenza, ogni 20 gg per il restante personale. Sono state chieste corsie preferenziali per i dipendenti che attualmente si ritrovano in fila con la cittadinanza.

Seconda ondata COVID – Aulss 7 Pedemontana

Care/i Colleghe/i

Molte sigle sindacali si stanno attribuendo spudoratamente  risultati e azioni che, nella realtà sono frutto di posizioni univoche di tutte le sigle sindacali presenti nelle rappresentanze Sindacali Unitarie della nostra azienda.

A noi interessa comunicare che è stato chiesto alla direzione un documento programmatico di chiarimento sulle azioni che verranno intraprese per fronteggiare l’aumento dei casi covid previsto per la seconda ondata.

Non appena ci verrà consegnato sarà nostra premura e impegno informarvi e farvene tutti partecipi.

Precisazioni premialità COVID Pedemontana

Vi informiamo che la premialità COVID della seconda trance, verrà saldata con il mese di ottobre.

Riteniamo inoltre importante informavi che una delle sigle sindacali, presenti in azienda, ha inviato un messaggio social dove si arroga meriti e azioni riguardanti la concessione della premialità COVID come merito esclusivo.

La realtà però non è questa.

Ribadiamo che gli accordi regionali sulla premialità COVID che sono successivamente stati trattati a livello di contrattazione aziendale, sono frutto del lavoro di TUTTE le organizzazioni sindacali e della RSU.

Inoltre proprio chi vuole prendersene il merito, oltre ad essere stato presente in misura ridotta alla convocazione della RSU, si è anche astenuto dal votare l’accordo stesso proprio in seno alla RSU.